Scrivi quello che senti fai ascoltare le tue parole

Quante volte le parole sono rimaste intrappolate nel silenzio, quante imprigionate dietro ad un muro, in gola, urlando mute.

Succede spesso, troppo spesso, per orgoglio, dolore, rinuncia, aspettando che i giorni, mesi, anni, possano portarci una soluzione, una luce persa per strada.

Dimentichiamo che noi stessi siamo il nostro peggior nemico, unito al tempo.

Diventiamo quello che seminiamo senza combattere il tempo che non conosce sconfitte.

Noi siamo qui a dire questo: parla ora, fallo a pieni polmoni, liberati da stupide catene, soprattutto libera il tuo cuore.

 Raccontaci la tua storia, saremo le tue parole, per chiunque saprà accogliere e aprire la porta.